domenica 2 maggio 2010

Ribollita


Ho dato il nome ribollita a questa ricetta in modo che tutti possano capire di cosa si tratta, ma in realtà anche essendo sempre in Toscana può cambiare nome,ossia, mia madre la chiamava zuppa di cavolo, c'è chi la chiama minestra di pane ma in realtà è sempre la stessa ,magari con qualche modifica sugli ingredienti a causa di quello che una volta avevano in casa oppure nell'orto.il procedimento è un pò lunghino ma ne vale la pena, io l'ho fatta il 30 di aprile per il primo maggio dato che andavamo a fare il picnic (qui si chiama scampagnata).


Ingredienti:500 gr di fagioli cannellini secchi;
600 gr di cavolo nero( in mancanza, visto che ora il freddo è finito e non si trova va benissimo il cavolo verza)
2-3 mazzetti di bietoline;
3 carote ;
3 zucchini;
1 patata;
100 gr di piselli( vanno bene anche quelli surgelati)
2 cucchiai di concentrato di pomodoro;
timo;
1 peperoncino(raramente manca nelle mie ricette)
sale, pepe;
1 dado di verdura (a piacere)però da sapore;
1/2 kg. di pane a lievitazione naturale;
Per il sosfritto:
1/2 cipolla grossa ;
1 porro;
1 costola di sedano;
1 carota;
olio e.v.o.

Preparazione:
La sera mettere in ammollo i fagioli dopo averli ben puliti e lavati. Cuocerli in acqua fredda coprendoli poco più, di 3-4 cm, se cuocendosi mancherà l'acqua aggiungerne poca per volta calda. Mettere 2 spicchi di aglio ,qualche foglia di salvia e portare a cottura facendoli sobbollire (altrimenti si rompe la buccia),salarli solo a fine cottura.
Una volta cotti potremmo iniziare a fare il sosfritto,cioè, in una pentola molto grossa ( io uso la pentola a pressione della misura più grande che esiste) prima metto in olio la cipolla( va bene tagliata con il coltello finemente)far cuocere un paio di minuti quindi la carota, il sedano ed il porro; mentre stanno cuocendo a fuoco molto basso iniziare a lavare il cavolo e tagliarlo abbastanza sottile, metterlo in petola, poi pelere la patata tagliarla a tocchetti ed aggiungerla al cavolo,quindi le carote, gli zucchini,i piselli, la bietola sempre tagliata, il concentrato di pomodoro sciolto in due biccheri di acqua,sale, pepe peperoncino,timo, ed il dado qual si voglia.A questo punto fare appassire le verdure girandole spesso(io chiudo la pentola e calcolo circa 25- 30 minuti) o fino a che non sento il profumo.Intanto passo con il passaverdure 1/3 dei fagioli allungo con acqua circa 1/2 l e metto tutto nelle verdure ( anche i fagioli rimasti interi),lascio cuocere ancora 15- 20 minuti, controllo che sia giusta di sale e di consistenza da poter inzuppare il pane( ma non deve essere liquida altrimenti non sarà buona)
Tagliare il pane a fettine fini,iniziare a mettere gli strati alternando verdure, pane, verdure fino a completare il tutto. Lasciare riposare almeno un'ora in modo tale che il pane possa inzupparsi. Servire sia calda che fredda, se piace con cipolline fresche.

Nessun commento:

Posta un commento